BUDINO DI RISO ALLO ZAFFERANO E MANDORLE SU SALSA DI CIOCCOLATO BIANCO ALL’ANICE

Il 30 ottobre è stata la Giornata Nazionale dello Zafferano secondo il  Calendario del Cibo Italiano, e alcuni membri della community hanno partecipato ad una giornata formativa sulle colline di Bellosguardo, a sud di Firenze, presso l’azienda di Josè, che si occupa di coltivare lo zafferano, un’azienda facente parte del  Consorzio Zafferano Colli Fiorentini “Zimma“.

Proprio durante quell’incontro, è nata l’idea di un  contest a base di ricette dolci con lo zafferano  , mi sono proposta, ho ricevuto una bustina di zafferano ed ora eccomi qui a raccontarvi del mio dolce e dello zafferano.

PH Alice del blog Panelibrienuvole

Questo è il bellissimo fiore dello zafferano. “Crocus Sativus” è il nome scientifico della pianta. Il bulbo viene interrato in agosto e nella seconda metà di ottobre comincia la fioritura. I fiori sono di un bel colore viola ed hanno un profumo molto intenso; vengono raccolti ogni giorno la mattina presto. Da essi si staccano i tre stimmi rossi che, una volta fatti essiccare, costituiscono lo zafferano.

Lo zafferano è una spezia che vanta una storia plurimillenaria. Conosciuto fin dall’antichità nell’Asia Minore, dove veniva usato per tingere stoffe, successivamente venne usato in gastronomia e medicina.
Intorno al 1200 comparve anche in Italia, soprattutto in Toscana ed in particolare Firenze. Per distinguerlo dagli altri veniva chiamato “Zima di Firenze“.

E’ in assoluto la spezia più costosa, è di colore rosso scuro e dall’aroma piacevolmente amarognolo ed è costituito esclusivamente dai soli stimmi del fiore, per questo così costoso: Servono migliaia di fiori di crocus, raccolti a mano, per ottenere poche decine di grammi di zafferano. In commercio è reperibile sia  in polvere sia in pistilli, entrambi utilizzati dopo averli sciolti in poca acqua calda. Lo zafferano è usato in molti piatti di tutto il mondo, dal risotto alla milanese alla paella spagnola, dalla bouillabaisse francese al curry indiano e a molti piatti della cucina orientale e mediorientale. Utilizzato anche nella preparazione di molti liquori, es. la Chartreuse.
E’ spesso abbinata a ingredienti dolci, in particolare quelli pallidi all’occhio e al palato da permetterle di evidenziare tutti i suoi sapori: riso, pane, pesce, patate, cavolfiore e fagioli bianchi; si armonizza bene anche con sapori amari, come mandorle o scorza d’arancia.

Avevo già preparato una volta una ciambella dolce allo zafferano ed era veramente buona, mi ero ripromessa di mettere la ricetta, ma poi…..ed avevo pensato di proporre questa, …non so come… ma ho cambiato idea.
Leggendo il libro “Cannella e zafferano” di Lorenza Pliteri, c’erano molti dolci del Medio  Oriente ed ho così di deciso di provarne uno: il 
“Budino di riso alla persiana”.
E’ un dolce molto, ma molto particolare, nel libro viene proposto così con una spolverata di cannella, ma sapendo che a casa mia non sarebbe stato uno dei dolci preferiti, ho accompagnato il budino con una salsa al cioccolato bianco e anice, che devo dire ci stava proprio bene:
il cioccolato esalta il sapore dello zafferano, l’anice è simile ai semi di finocchio con un lieve retrogusto di menta e liquirizia., aiutava a smorzare un pochino il sapore forte dello zafferano.
Gli abbinamenti migliori e più usati sono con Arancia, cardamomo, cioccolato bianco, limone, mandorle, noce moscata…..

Ricetta per 6 semisfere e due piccoli budini in stampi da muffin:
Ingredienti per i budini:
150 g di riso Arborio
200 di zucchero 
125 di acqua
una bustina di pistilli di zafferano (ma secondo me è sufficiente mezza)
60 g di mandorle
un cucchiaino di succo di limone
1 foglio di gelatina
Ingredienti per la salsa di cioccolato bianco aromatizzato all’anice:
150 g di cioccolato bianco
125 g di panna
125 di latte
2 anice stellata

Consiglio:per ottenere migliori risultati in termini di sapore e colore, sarebbe meglio ammollare i pistilli in poca acqua tiepida alcune ore prima dell’uso, questo perchè più i pistilli rimangono a macerare , più intenso è il colore e l’aroma.
Mettere a bagno in una tazza i pistilli con acqua tiepida.
Versare lo zucchero in una casseruola, l’acqua, il succo di limone e fare sobbollire per qualche minuto.
In un altra casseruola portare a bollore l’acqua aromatizzata allo zafferano e la rimanente per arrivare ad un litro di acqua, unire il riso e fare cuocere per 30′.
Unire lo sciroppo e proseguire per circa altri 30′.
Al termine il riso dovrà risultare cremoso e verso la fine è necessario mescolare molte volte e se necessario aggiungere un cucchiaio alla volta di acqua.
Aggiungere le mandorle tritate, la colla di pesce ammollata in poca acqua e strizzata e amalgamare bene. 
Lasciare intiepidire e versare nelle semisfere oppure anche in coppe individuali.
Fare raffreddare bene il budino nel frigorifero.
Se utilizzate delle formine, io le ho messe una mezz’oretta nel freezer prima di toglierle dallo stampo.

Salsa al cioccolato bianco aromatizzata all’anice:
Scaldare il latte e la panna, unire l’anice e lasciare in ammollo per un paio d’ore.
Tritare il cioccolato, filtrare il latte e la panna e versare sul cioccolato, mescolare, finchè non sarà completamente sciolto.
Impiattare:
Versare un cucchiaio o due di salsa, adagiare sopra un budino di riso, versare ancora sopra un cucchiaio di salsa e servire.
Meglio utilizzare (se l’avete) un piatto concavo oppure una ciotola.
Io avrei preferito una salsa più densa, forse sarebbe meglio utilizzare solo panna, in quantità 200 ml con 150 g di cioccolato bianco, dovrebbe essere perfetta.

Il dolce è molto…molto particolare, a noi è piaciuto, ma non è il nostro dolce preferito…poichè siamo piuttosto tradizionali, se invece siete amanti dei gusti / piatti orientali, vi consiglio di provarlo. 

Con questa ricetta partecipo al Calendario del Cibo Italiano  per la GN dello zafferano

Comments

6 pensieri su “BUDINO DI RISO ALLO ZAFFERANO E MANDORLE SU SALSA DI CIOCCOLATO BIANCO ALL’ANICE”

  1. Tempo fa avevo realizzato dei budini di riso, che ho trovato assolutamente insulsi e ho giurato che non ne avrei più rifatti. Se avessi avuto questa ricetta sono certa che l’avrei pensata diversamente, mi sempre strepitosa!

    1. sono sempre stata indecisa anch’io sui budini di riso, questo ha un gusto particolare, con la salsa al cioccolato sta alla perfezione….però i miei dolci preferiti sono altri…se lo provi fammi sapere poi. Ciao ciao.

  2. Sarà che i dolci a base di riso mi piacciono molto, ma a vederlo così, irrorato con quella salsa al cioccolato bianco mi fa una gola che non ti dico! Una bella proposta, semplice ma raffinata…mi piace molto 😀

    1. Io invece non sono amante dei dolci di riso, questo è particolare e con la salsa in effetti dà un tocco di dolcezza in più. Grazie per essere passata. 🙂

  3. Quella salsa al cioccolato che impregna il budino è davvero invitante. Magari i gusti sono un po’ più pungenti per certi versi ma a me intrigano molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.