POLPO SU CREMA DI PATATE

Il polpo è uno dei nostri piatti preferiti, non so quante volte è stato cucinato a casa nostra, per esempio per preparare un sugo con cui ho condito dei ravioli (ravioli con ripieno di patate e salvia al ragù di polpo) oppure per un buonissimo carpaccio, (con questo farete una bellissima figura) oppure il polpo alla Luciana e riso oppure per questo piatto
polpo su crema di zucchine e menta con il quale ho vinto il primo premio nel contest
Dieta Mediterranea: sì, grazie!!
E sono stata felicissima, perchè le ricette venivano giudicate da dottori nutrizionisti, che avrebbero scelto le ricette, effettuando prima una valutazione nutrizionale delle ricette (equilibrio tra i nutrienti e il contenuto energetico), secondo, è stata posta particolare attenzione alle caratteristiche mediterranee della ricetta (scelta degli alimenti: tipologia, origine, impatto ambientale,modalità di cottura) e non da ultimo alla chiarezza descrittiva del procedimento, la riproducibilità e la facilità di reperimento delle materie prime.

Le ricette, che hanno previsto la riduzione del contenuto di sale o di zucchero e la loro sostituzione con aromi e spezie o altri ingredienti, ha ottenuto inoltre dei valori plus.
Allora questa ricetta è da provare perchè è perfetta per la Dieta, in particolare quella Mediterranea.

Come vedete è stato preparato in diversi modi e abbinato a diversi ingredienti, ma il piatto più classico è sicuramente “Polpo e patate” e potevo non proporvelo in modo un po’ originale? E quindi eccomi qui.
Quando ho visto questo polpo dal pescivendolo, ero un pochino indecisa se acquistarlo oppure no, perchè aveva un peso di ben 2,5 KG e pensavo a quanto l’ avrei pagato… però non ho resistito e così è arrivato direttamente a casa mia, sentendomi dire:
“ma sei proprio matta!!”.

Sarò anche matta, ma intanto è sparito in una sera!!
Quindi eccovi la ricetta. 

Ingredienti :
un polpo
un cucchiaio di aceto
una foglia di alloro
patate q.b.
olio extra vergine di oliva
prezzemolo tritato
Preparazione:
Per un polpo morbido, consiglio di congelarlo, anche se fosse solo per un giorno, io ho comprato il polpo il venerdì, l’ho messo nel congelatore una notte e il sabato mattina l’ho fatto congelare, nel pomeriggio l’ho cucinato.
Questo perchè il freddo ha sulle fibre del mollusco lo stesso effetto della battitura, ovvero le spezza, rendendo le carni più morbide. Quindi anche se il polpo era fresco, vi consiglio proprio di fare così, a meno che non lo battiate…
Se non avete fatto pulire il polpo dal pescivendolo, togliere l’occhio e sciacquarlo sotto l’ acqua corrente.
In una pentola, abbastanza capiente da contenere il polpo, fare bollire l’acqua con l’aceto e la foglia di alloro.
Appena l’acqua bolle, immergere due o tre volte i tentacoli del polpo, finché non si arricciano, dopodiché immergerlo completamente e cuocere 40 minuti a fuoco medio/basso con pentola semi coperta.
A fine cottura, spegnere il fuoco e fare raffreddare per 20 minuti.
Togliere la pelle scura e tagliare a tocchetti.
Con il brodo di cottura si può preparare un buon risotto.
Tenere da parte una piccola quantità.
Nel frattempo pelare le patate e lessarle in abbondante acqua leggermente salata per circa 30/40 minuti, dipende dalla grandezza delle patate.
Tagliare a rondelle parte delle patate, condire con olio e prezzemolo.
Con l’altra parte delle patate preparare la crema, frullandole ed aggiungendo parte del liquido di cottura del polpo, una quantità sufficiente per ottenere una crema densa.
Impiattare:
mettere due o tre cucchiai di crema di patate, adagiare sopra qualche pezzetto di polpo sopra la crema, condire con un filo di olio e prezzemolo tritato.

Con le patate: mettere le patate e sopra il polpo oppure mettere in una parte del piatto le patate e nell’altra il polpo, condire con olio extra vergine di oliva e prezzemolo tritato.

A scrivere mi è quasi venuta voglia …
Buon appetito e con questa ricetta vi auguro buon fine settimana!!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.